Criteri di costruzione melodica

La precedente versione di questa pagina si riferiva agli esercizi sulla scala dorica delle pratiche jazz 1- 2- 3 che hanno come oggetto finale il brano “So What”. In realtà questi criteri possono essere sempre applicati anche sul blues o in ogni altro contesto modale nel quale sia possibile suonare su una scala senza avere il problema di assecondare movimenti armonici particolari. Lo scopo è quello di incominciare ad esercitare un ascolto attivo nei confronti di ciò che suoniamo e di applicare razionalmente alcuni criteri che ci permettono di mettere  a fuoco elementi melodici specifici aiutandoci a dare una struttura formale al fraseggio. Un esempio concreto è rappresentato dalla capacità di ripetere ciò che si è appena suonato. Se non siamo in grado di ripetere una successione di note, infatti, viene a mancare sia l’oggetto “frase” stesso e sia di conseguenza, la possibilità di lavorarci sopra per migliorarlo. Una frase musicale, perchè sia tale, deve poter essere ripetibile e quindi individuata in modo univoco e chiaro, sia ritmicamente che come note.

Se hai difficoltà a formulare una frase da cui partire e non hai il necessario insegnante vicino a te, fai riferimento ad un assolo in una versione suonata del brano che intendi affrontare (per esempio un blues di Albert King o, per la scala dorica, “So What“, di Miles Davis.)

Criteri:

1) Scegli una frase con cui partire, breve e seguita da una pausa.( per incominciare 3 o 4 note vanno benissimo).

2) Ripetila diverse volte senza necessariamente rispettare il punto di partenza nella battuta ma seguendo il tuo istinto.

3) Nelle ripetizioni Introduci delle variazioni ritmiche, ovvero allunga o accorcia note dell frase originaria, senza mutarne l’ordine. In questa fase puoi provare a suonare la frase senza completarla ogni volta ma suonandone solo un parte ( iniziale o finale)

4) Quando hai individuato chiaramente un ritmo nuovo, applicalo a diversi gradi della scala che stai usando modificando perciò le note ma mantenendo il ritmo della frase precedente.

5) Ottenuta così una nuova frase procedi a variarla come hai fatto con la precedente.

Altri elementi espressivi di cui tenere conto sono i seguenti:

  1. Iniziare una frase identica in un punto diverso della battuta consiste in una variazione ritmica dato che cambia gli accenti della nuova frase rispetto a quella di partenza.
  2. Il registro acuto esprime maggiore intensità emotiva e quindi è consigliabile iniziare da note del registro medio e salire gradualmente durante l’assolo
  3. Nel blues la ripetizione da luogo ad un “riff”. Un “riff” è una frase che puoi ripetere su tutto il giro di blues senza modifiche mentre lo scorrere degli accordi modifica il suono delle note che stai ripetendo, uguali.